Servizi

In questo periodo di emergenza sanitaria, il Centro Apice è aperto solo su appuntamento, sia per la biblioteca sia per l’archivio, con il seguente orario: 9.30-12.30 / 13.30-16.00. Per fissare l’appuntamento, scrivere all’indirizzo apice.biblioteca@unimi.it.

 

Accesso agli archivi

John Alcorn-Disegno-originale-ad-acquerello

John Alcorn, Disegno originale ad acquerello

Per consultare gli archivi è necessario prendere appuntamento, scrivendo al seguente indirizzo: apice.biblioteca@unimi.it.
Nella richiesta può essere definito l’oggetto della ricerca o possono essere indicati i fascicoli di cui si chiede la consultazione, ricavabili dagli inventari disponibili on line sul portale LA STATALE ARCHIVI.

Accesso alla biblioteca

Per la consultazione dei volumi non è necessario l’appuntamento; i prelievi nei depositi avvengono alle ore 10.00 per la mattina, alle ore 14.00 per il pomeriggio. È possibile ricavare la collocazione dei volumi  dall’OPAC di Ateneo o dal Catalogo SBN.
Alcuni libri o periodici, se particolarmente deteriorati e fragili, potranno essere esclusi dalla consultazione: di questi verrà resa disponibile quanto prima una riproduzione digitale.

Marcatre_5055_1969

Marcatre 50-55, 1969

Prestito agli utenti

I fondi librari conservati ad Apice fanno parte di biblioteche storiche o di pregio, perciò non è previsto il prestito esterno dei materiali.

Prestito per mostre

È possibile richiedere in prestito opere del Centro Apice per mostre o attività culturali da parte di altri enti. L’autorizzazione al prestito viene concessa dal Centro Apice previa autorizzazione richiesta alla Soprintendenza archivistica e bibliografica della Lombardia, dopo aver preso visione del progetto degli organizzatori e verificato lo stato di conservazione delle opere richieste. Il prestito non potrà durare più di 3 mesi.

L’ente organizzatore dovrà:

  • compilare il Modulo di richiesta di prestito;
  • allegare il progetto scientifico e il facility report;
  • allegare l’elenco dettagliato dei materiali che si intende richiedere in prestito.

La domanda completa dovrà essere spedita via PEC all’indirizzo unimi@postecert.it almeno 4 mesi prima dell’inizio della mostra.
Dopo aver ottenuto l’autorizzazione al prestito da parte della Soprintendenza, l’ente dovrà stipulare una polizza assicurativa “da chiodo a chiodo” per garantire la tutela e la salvaguardia del materiale sia in sede espositiva, sia durante il trasporto delle opere.

Informazioni bibliografiche

Apice fornisce assistenza personale agli utenti nella ricerca bibliografica e nell’uso degli strumenti di consultazione, anche via mail all’indirizzo apice.biblioteca@unimi.it.
È inoltre attivo il servizio Chiedi al bibliotecario che consente di ottenere via e-mail, in pochi giorni, semplici informazioni bibliografiche.

Riproduzioni

Per salvaguardare la conservazione del materiale normalmente la fotocopiatura o la scansione non sono consentite. Gli utenti possono fotografare liberamente e gratuitamente con i propri mezzi le carte in consultazione come previsto dalla modifica art. 108 del codice dei Beni Culturali del Paesaggio. Sono invece a pagamento le riproduzioni richieste al Centro, al costo di 30 cent a scatto; le richieste da remoto sono inoltre soggette a limitazioni in relazione alla consistenza dei fascicoli.
In caso di riproduzioni per la pubblicazione, il Centro Apice richiede una tariffa di 30 euro (più Iva) per ogni foto utilizzata.
È responsabilità dell’utente il corretto utilizzo delle riproduzioni e delle informazioni tratte dai documenti, nel rispetto della legge sulla privacy (legge 30 giugno 2003, n. 196, integrata con il D.Lgs. 10 agosto 2018 n. 101) e della legge sul diritto d’autore (legge 22 aprile 1941 n. 633, aggiornata con la L. 3 maggio 2019 n. 37).