Chi siamo

Nato nell’ottobre 2002, Apice (Archivi della Parola, dell’Immagine e della Comunicazione Editoriale), centro funzionale dell’Università degli Studi di Milano, è attivo nella conservazione e valorizzazione di fondi bibliografici e archivistici che si incrociano e si confrontano con la storia del ’900 e della sua industria editoriale. L’osservatorio privilegiato attraverso il quale questa storia è letta, e contemporaneamente scritta e rappresentata, è quello di una nutrita schiera di scrittori, critici, editori, grafici, illustratori, tipografi, stampatori, soggetti produttori dei suoi archivi e delle sue biblioteche d’autore.

Autografi e manoscritti, anche inediti, materiali preparatori dei testi, taccuini di appunti, diari personali, carteggi, bozze, rassegne stampa, biblioteche d’autore: un cospicuo insieme di fondi librari, archivi di editori e di scrittori, collezioni di opere d’arte e di grafica, materiali preziosi e rari, talora unici, che arricchiscono il patrimonio dell’Università di Milano, e permettono approfondimenti nello studio della letteratura, dell’arte, della comunicazione, delle scienze. Oggi Apice conserva oltre 60 fondi di eccezionale valore culturale e circa 110.000 volumi rari e preziosi.

I vari “mestieri del libro” sono rappresentati in tutte le loro fasi: la produzione materiale del libro (Archivio delle Cartiere, Stamperia Valdonega); la fase creativa di scrittori, letterati, poeti, saggisti (Antonio Porta, Gina Lagorio. Giovanni Giudici); la rappresentazione attraverso l’illustrazione e la grafica ma anche attraverso il teatro (Alcorn, Cisari, Mucchi, Teatro Colla), la distribuzione (Milano Libri, Il Polifilo), la critica letteraria (Sergio Antonielli, Aldo Borlenghi). Collante di tutte queste professionalità e vero mediatore letterario, l’editore (Bompiani, Ricciardi, Scheiwiller, Cederna, Il Polifilo, Monanni), talvolta egli stesso Inventore di nuovi esperimenti letterari.

Accanto agli archivi, ricchi fondi bibliografici (Sonzogno, Bompiani, Scheiwiller, Ricciardi), e biblioteche d’autore (Porta, Mucchi, Bompiani, Gandini, Gerbi), ma anche fondi particolari (l‘archivio fotografico del quotidiano “La Notte”, gli ex libris Rapisarda, Spartaco Cadioli, Zetti …), e collezioni specializzate (periodici illustrati del Fondo Marengo, prime edizioni, e futurismo della Collezione ‘900 Sergio Reggi, libri per l’infanzia della collezione di Peter Wick, la science fiction della raccolta Suvin, il Fondo Alfieri sulla storia, anche medica, della donna).

Storie di libri, di immagini e di parole che accompagnano una storia più generale, quella raccontata dall’Archivio storico dell’Università degli Studi di Milano, di cui Apice cura, con il resto dei suoi archivi, la conservazione, la fruizione e la valorizzazione.

 

 

Organizzazione 

 

Presidente

Prof.ssa Lodovica Braida

Coordinatore scientifico
Prof. Raffaele De Berti

Consiglio di indirizzo
Dott.ssa Claudia Piergigli, Direttore tecnico-gestionale
Prof. Luca Clerici
Prof.ssa Irene Piazzoni
Prof.ssa Alessandra Preda
Prof. Alessandro Rizzi
Prof. Paolo Rusconi
Prof.ssa Nicoletta Vallorani

Direttore
Claudia Piergigli: claudia.piergigli@unimi.it
Tel: 02/503.32051; Fax: 02/503.32052

Personale

Archivi:

Raffaella Gobbo: raffaella.gobbo@unimi.it
Tel: 02/503.32054

Gaia Riitano: gaia.riitano@unimi.it
Tel: 02/503.32054

Biblioteca:

Valentina Zanchin: valentina.zanchin@unimi.it
Tel: 02/503.32053