Felice Calvi, genealogia manoscritta della famiglia Calvi

Felice Calvi, genealogia manoscritta della famiglia

Il fondo archivistico Calvi è stato donato dagli eredi della famiglia nel marzo 2008 ed è costituito da atti e documenti che ripercorrono la storia dei Calvi dagli inizi del Settecento alla prima metà del Novecento.

Le carte del Settecento riguardano soprattutto l’amministrazione dei beni della famiglia appena giunta a Milano da Genova e dedita al commercio. La maggior parte dell’archivio risale però all’Ottocento e ai primi decenni del Novecento, quando la famiglia abbandona progressivamente l’attività originaria ed entra a far parte dell’amministrazione di enti privati e pubblici. Troviamo quindi molte testimonianze legate soprattutto all’attività di tre figure importanti: Girolamo Luigi (1791-1872), Felice (1822-1901) e Gerolamo (1874-1934). I documenti attestano dei loro studi eruditi di arte e storia: corrispondenza, manoscritti delle opere, carte riguardanti la loro formazione scolastica e gli incarichi pubblici ricoperti. Grazie agli studi storici di Felice, nel 1889 viene riconosciuto ai membri della famiglia il titolo di ’nobili e patrizi genovesi’.

Accanto a queste carte, troviamo anche documenti delle mogli (Laura Baroggi e Rachele Belinzaghi), nonché una corposa sezione iconografica, composta da innumerevoli fotografie d’epoca che ritraggono membri della famiglia, personaggi importanti dell’Ottocento ed eventi.


L’archivio è inventariato e disponibile su XDAMS.