Apice

Archivi della Parola, dell’Immagine e della Comunicazione Editoriale

Nato nell’ottobre 2002, Apice (Archivi della Parola, dell’Immagine e della Comunicazione Editoriale), centro funzionale dell’Università degli studi di Milano, è attivo nella conservazione e valorizzazione di fondi bibliografici e archivistici che si incrociano e si confrontano con la storia del ’900 e della sua industria editoriale…..

Scopri di più

News dal centro

AVVISO: In questo periodo di emergenza sanitaria, il Centro Apice è aperto su appuntamento, sia per la biblioteca sia per l'archivio, con i consueti orari dalle 9.00 alle 17.00. Per fissare un appuntamento, scrivere all'indirizzo apice.biblioteca@unimi.it.
E' necessario essere in possesso di certificazione verde covid-19.

  • Convegni e seminari

    Al tema della biblioteca come “luogo” di identità di un autore sarà dedicato il prossimo Seminario di Apice dal titolo Biblioteche d’autore. Studi e prospettive di ricerca, in programma il 4 ottobre 2021 presso la Sala Crociera Alta di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano alle ore 15,30 (con prenotazione obbligatoria all’indirizzo apice.biblioteca@unimi.it) e in streaming […]

  • Opinioni

      Le biblioteche d’autore ci consentono, in casi fortunati, di avvicinarci al mondo misterioso della creazione letteraria, lasciando affiorare gli interessi e le passioni di una vita. Ma entrare nel “laboratorio” di uno scrittore attraverso le sue letture non è certo semplice: i libri spesso scompaiono con l’autore, oppure si disperdono in mille rivoli senza […]

  • Convegni e seminari

      Il sessantesimo anniversario della morte di Cesare Andreoni (1903-1961) è l’occasione per promuovere una Giornata di studi che intende presentare l’opera dell’artista milanese nel contesto della vicenda futurista del capoluogo lombardo e, più in generale, del movimento marinettiano. Nata da un’idea dell’Archivio Cesare Andreoni, che tutela e promuove la figura e l’opera del pittore […]

  • Opinioni
    16 settembre 2021

    I libri futuristi di Apice

    “Le parole in libertà futuriste che scaturirono dal primo Manifesto Futurista nel loro sforzo di cantare contemporaneamente le rapidità immaginose e il punto attimo onnipresente spaccarono la pagina e fecero esplodere i caratteri tipografici in tutte le direzioni colorazioni d’inchiostri e piani prospettici spirituali e materiali.” [Filippo Tommaso Marinetti, Luigi Scrivio e Piero Bellanova, L’arte […]