Catalogo della Tipografia Poliglotta Vaticana, 1980

Campionario caratteri della Tipografia Poliglotta Vaticana, 1980

La Stamperia Valdonega venne fondata a Verona nel 1948 da Giovanni Mardersteig, con l’obiettivo di creare una tipografia industriale che tuttavia realizzasse libri di alta qualità: perciò venivano utilizzate macchine Monotype e grande cura era prestata nella scelta delle carte, degli inchiostri e delle forniture per legatoria.

A partire dagli anni Cinquanta del XX secolo alcune importanti case editrici affidarono regolarmente la realizzazione delle loro opere alla Valdonega, dalla Albatros inglese, poi Tauchnitz editions, alla Sansoni, fino alle editrici newyorkesi Limited editions e New Directions.

La biblioteca del Fondo Valdonega è suddivisa in biblioteca aziendale, libri stampati dall’azienda e Edizioni Valdonega, presenti spesso in diverse varianti di legatura. La biblioteca aziendale conserva molti volumi dedicati alla storia della tipografia, del libro e della legatoria, temi che saranno anche oggetto dei libri delle Edizioni Valdonega. I volumi stampati dall’azienda sono di argomento vario (manuali di medicina, edizioni di pregio, volumi commissionati da privati) fino agli anni Ottanta, quando la Valdonega si concentra nella produzione di facsimili per il mercato estero.

Caratteristica del fondo è la cospicua presenza di campionari: di caratteri, di carte, di materiali da legatoria, e di manuali d’epoca, come quelli destinati agli operatori delle macchine Monotype.


Il Centro Apice ha vinto, con un progetto sul Fondo Valdonega, il Bando 2016 della Regione Lombardia: "Catalogazione di fondi bibliografici speciali e raccolte di particolare pregio e rilevanza di proprietà dell’Università degli Studi di Milano".

L’inventario dell’archivio è consultabile solo su postazione locale.