S. Di Giacomo, "Poesie", 1920

S. Di Giacomo, "Poesie", 1920

Riccardo Ricciardi diede vita alla propria casa editrice nel 1907, distinguendosi sin da subito per l’eleganza sobria e raffinata dei suoi libri. Pubblicò prima opere di poesia, poi anche di storia e letteratura. Si dedicò inoltre ad una produzione aperta alle culture di altri Paesi, come testimonia l’importante attività di traduzione.

Nel 1938 iniziò la collaborazione tra Riccardo Ricciardi e Raffaele Mattioli, il quale diede nuovo impulso all’impresa fino all’apertura nel 1951 di un ufficio a Milano e al progetto della collana La letteratura italiana. Storia e testi, diretta dallo stesso Mattioli insieme a Pietro Pancrazi e Alfredo Schiaffini. Pubblicata dal 1951 in 75 volumi di testi e 7 di storia letteraria la collana riunì i maggiori contributi della critica sulla storia della letteratura italiana, mentre per la veste grafica Mattioli si affidò a Giovanni Mardersteig. Nel 2003 la casa editrice fu acquisita dall’Istituto della Enciclopedia Italiana.

Il fondo della casa editrice Ricciardi è stato donato al Centro Apice nel 2003. è formato da due parti: la biblioteca e l’archivio. La biblioteca conserva la raccolta completa dei volumi pubblicati dalla casa editrice dopo il 1938 e gran parte di quelli del periodo precedente. L’archivio è composto dai documenti connessi all’attività della casa editrice dall’inizio della collaborazione tra il fondatore Riccardo Ricciardi e Raffaele Mattioli. Si conservano i carteggi con quasi 1400 corrispondenti, le carte amministrative dal 1940 e, caso unico nell’editoria italiana, le varie bozze di tutte le edizioni.


La biblioteca è catalogata e consultabile dall’OPAC d’Ateneo.

L’archivio è inventariato e consultabile su XDAMS.