Un lettore de’ "La Notte"

Un lettore de’ «La Notte»

«La Notte» è stato un quotidiano del pomeriggio pubblicato a Milano dal 1952 al 1995, fondato dall’industriale Carlo Pesenti con l’obiettivo politico di ottenere il consenso dell’opinione pubblica a favore della legge elettorale maggioritaria, nota come "legge truffa", varata per le elezioni del 1953. Nonostante le intenzioni di Pesenti, che prevedeva per «La Notte» una breve vita, legata alla campagna elettorale, sotto la guida di Nino Nutrizio il giornale si impose come quotidiano nazionale di primo piano, con un’alta distribuzione soprattutto a Milano.

Il giornale proponeva una serie di caratteristiche che lo resero particolarmente apprezzato dai lettori: un linguaggio immediato e, l’interesse mostrato verso lo sport, la ricchezza di materiale fotografico, l’attenzione per la cronaca milanese, un’intera pagina dedicata ai programmi dei cinematografi cittadini, la pagina della televisione e quella della spesa. Negli anni Ottanta cominciò una fase di declino, che portò a vari cambi di proprietà e alla chiusura nel 1995.

L’archivio comprende oltre 100.000 fascicoli, costituiti prevalentemente di materiale fotografico, suddivisi in Persone, Luoghi, Materie, Protagonisti di cronaca e Cinema. È presente anche una piccola raccolta di materiale di redazione, con documenti vari, corrispondenze e volumi su manifestazioni patrocinate dalla "Notte". L’Archivio conserva anche 1300 bozzetti grandi e 4000 bozzetti piccoli, originali, di diversi noti caricaturisti, tra cui Antonio Botter e Carletto Manzoni. Sono poi conservate, in una sezione denominata "Materiali cinematografici", oltre 6.000 recensioni di film usciti dagli anni Cinquanta agli anni Novanta, spesso con le relative locandine.


L’archivio è stato inventariato con il contributo della Fondazione Cariplo ed è consultabile su XDAMS.
Logo Fondazione Cariplo