Giovanna Bemporad

Giovanna Bemporad

Importante traduttrice in endecasillabi di classici quali l’Eneide e l’Odissea, Giovanna Bemporad (Ferrara 1928 – Roma 2013) firmò anche le traduzioni dell’Elegia di Marienbad di Goethe, degli Inni alla notte di Novalis, dell’Elettra di Hofmannsthal e la versione dall’ebraico del Cantico dei Cantici.

Poetessa raffinata, ebbe, tra i suoi maestri, critici come Leone Traverso, Carlo Izzo, Mario Praz, tra gli amici, poeti come Pier Paolo Pasolini, Camillo Sbarbaro, Giuseppe Ungaretti (testimone delle sue nozze con il senatore Giulio Cesare Orlando) e Cristina Campo.

Il suo libro più noto, Esercizi: poesie e traduzioni, uscito nel 1948, fu ripubblicato, arricchito con poesie della vecchiaia, nel 2011 sotto il titolo di Esercizi vecchi e nuovi.

Nel ricchissimo archivio rimangono le tracce di tutti i lavori compiuti, della sua attività letteraria (compresi gli studi su Leopardi e Virgilio) e una ricchissima corrispondenza che li interseca e li sostiene. Completa il fondo una serie di volumi della sua biblioteca.


La biblioteca è in corso di catalogazione.

L’inventario dell’archivio è consultabile solo su postazione locale.