È possibile suddividere le collezioni del Centro da un punto di vista tematico, seguendo così l’acronimo stesso di Apice: "Archivi della Parola", "Archivi dell’Immagine" e "Archivi della Comunicazione Editoriale".

Gli "Archivi dell’immagine" includono fondi di pittori, grafici ed illustratori (Archivio Alcorn, Fondo Aldo Carpi e Maria Arpesani, Fondo Cisari, Fondo Mucchi, Archivio Nikulin, Fondo Zetti), critici d’arte (Fondo Gualtieri di San Lazzaro e Maria Papa), collezionisti legati al mondo dell’arte nelle sue diverse forme (Collezione Spartaco Cadioli, Fondo Marengo, Fondo Rapisarda), teatri di marionette (Archivio Teatro Colla), e giornali di grande importanza per il loro apparato fotografico ed iconografico (Archivio «La Notte»).