"English reading book"(Biblioteca del Popolo), 1880

"English reading book", 1880

Edoardo Sonzogno (Milano, 1836 – 1920) rilevò la tipografia milanese di famiglia e la trasformò in casa editrice nel 1861. In quell’anno iniziò la pubblicazione del settimanale illustrato Lo spirito folletto, seguito da Il Secolo, L’Illustrazione Universale, L’Emporio pittoresco. Queste testate, all’epoca di grande successo, furono il veicolo pubblicitario per i volumi della casa editrice, anche questi venduti in edicola, a dispense. L’editore infatti si rivolgeva ai ceti meno abbienti, in sintonia con le idee di socialismo umanitario alle quali si ispirava. Nel 1874 Edoardo fondò anche l’editrice musicale, che seguì; uno sviluppo autonomo.

Il fondo conservato presso il Centro Apice, anche se costituito solo da 200 volumi, è particolarmente importante poiché la sede storica della casa editrice fu, con il suo archivio, completamente distrutta da un bombardamento nel 1943. Il fondo, frutto della donazione degli eredi, riflette la vocazione alla divulgazione dell’editore Sonzogno attraverso le collane "Biblioteca del Popolo" e "Biblioteca Universale".

Sono inoltre conservate anche alcune edizioni del primo Ottocento che documentano la prima attività della casa editrice e alcune edizioni di lusso pubblicate da Edoardo, di gusto tipicamente tardo ottocentesco, come la Divina Commedia illustrata da Gustave Doré, rilegata in avorio scolpito e ornato con pietre dure, o la Storia delle Crociate di Michaud, entrambe presentate all’Esposizione di Parigi del 1878.


Il fondo è catalogato e consultabile dall’OPAC d’Ateneo.